La ricostruzione dei contributi in conto capitale

A quasi dieci anni dall’adozione da parte degli Enti Locali della contabilità di cui al D.lgs.118/2011, il tema della gestione economico patrimoniale dei contributi o trasferimenti, rappresenta ancora per la maggior parte degli Enti un elemento di criticità.

La ricostruzione dei contributi in conto capitale

Soluzioni informatiche con limiti, abbinate ad effettiva complessità di gestione delle scritture patrimoniali, limitano fortemente la possibilità di registrare in maniera analitica, sia a livello patrimoniale che economica, le scritture, generando frequentemente disallineamenti fra lo stato passivo del patrimonio (ratei, risconti e contributi agli investimenti), quello attivo (quota annuale di contributi agli investimenti) e passivo del conto economico (quota annuale di ammortamento).

La difficoltà maggiore riscontrata riguarda la corretta registrazione del ricavo differito che nella parte attiva del conto economico, neutralizza la quota di ammortamento del cespite realizzato con contributo in conto capitale e contemporaneamente porta alla diminuzione dei contributi agli investimenti nel passivo dello stato patrimoniale.

Se questa operazione non viene svolta correttamente sia il conto economico che lo stato patrimoniale risultano scorretti, generando situazioni in casi limiti paradossali come l’accumulo dei contributi senza storno di quelli effettivamente utilizzati.  
 

LA SOLUZIONE PROGEL

Progel nell’attività di ricognizione straordinaria degli inventari prevede come servizio opzionale la ricostruzione dei contributi in conto capitale.

L’attività, svolta in collaborazione con l’Ente, si basa sul principio di abbinamento di ogni riga cespite delle immobilizzazioni immateriali e materiali con la specifica fonte di finanziamento.

contributi-conto-capitale.jpg

Quando l’importo viene posto in ammortamento la procedura produce in automatico le quote suddivise per tipologia del finanziamento, consentendo la corretta registrazione delle scritture in contabilità generale.

contributi-conto-capitale-2.jpg

A fronte della quota di ammortamento iscritta nel conto economico (passivo) B.14b “Ammortamento di immobilizzazioni materiali” il medesimo dato potrà essere riportato nel conto economico (Attivo). 3b “Quota annuale di contributi agli investimenti”, a neutralizzazione il costo, detraendo contestualmente nello stato patrimoniale (Passivo) E.II.1a “Contributi agli investimenti” il medesimo importo. Si avrà così una gestione puntuale e analitica della tematica contributi in contabilità economico patrimoniale.

Se sei interessato ad approfondire il servizio contattaci.