AGGIORNAMENTO ANNUALE DELL’INVENTARIO

dettaglio

Una volta conclusa la fase di ricognizione straordinaria, Progel potrà gestire in outsourcing la tenuta del servizio di aggiornamento degli inventari, provvedendo a fornire tutti gli elaborati di legge aggiornati al 31.12 dell’esercizio in chiusura. L’attività riguarderà l’aggiornamento inventario dei Comuni, l’aggiornamento inventario delle province, l’aggiornamento inventario degli Enti Locali in genere e l’aggiornamento inventario della Pubblica Amministrazione in qualsiasi sua forma e componente. 
L’aggiornamento dell’inventario comunale, degli enti locali e dell’inventario della pubblica amministrazione in genere è attività svolta regolarmente da Progel per centinaia di Enti, che godono di assoluta garanzia di continuità nella tenuta delle scritture. Il servizio potrà essere erogato su applicativo Progel con successiva fornitura dei dati per la redazione della contabilità economica patrimoniale, ovvero attraverso il popolamento diretto dei dati sul gestionale in uso all’Ente. Il personale Progel è addestrato all’utilizzo dei principali software inventario in commercio.

Il servizio prevede:

Aggiornamento inventario beni immobili

L’aggiornamento inventario comunale ed enti locali, così come l’aggiornamento degli inventari della Pubblica amministrazione, per la componente immobiliare, prevede le seguenti attività:
  • Inserimento di tutti i nuovi beni acquisiti nel corso dell’esercizio attraverso la visura di tutti gli atti d’acquisto, cessione, convenzione, donazione ed altro stipulati nel corso dell’anno, inerenti il patrimonio immobiliare dell’Ente e influenti sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Eliminazione dalle scritture inventariali di tutti i beni ceduti nel corso degli esercizi, attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Ricalcolo dei valori inventariali in base alla detrazione delle relative quote di ammortamento secondo i coefficienti di legge, attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Capitalizzazione per tutti gli interventi di manutenzione straordinaria eseguiti con stanziamenti in conto capitale, relativi a fabbricati ed opere di demanio, , attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Inserimento dei cespiti acquisiti con provenienza extracontabile (opere a scomputo oneri, donazione, acquisizioni gratuite), attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Revisione dei valori a seguito di variazioni nelle rendite catastali e a seguito di perizie estimative del valore venale eseguite prima della vendita, attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Stampa dei modelli inventariali ordinati e raggruppati secondo le categorie di legge;

Aggiornamento inventario beni mobili

L’aggiornamento inventario comunale, l’aggiornamento inventario enti locali e l’aggiornamento inventario della Pubblica amministrazione, per la componente mobiliare, prevede le seguenti attività:
  • Registrazione dei nuovi acquisti dei beni mobili, attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Registrazione delle alienazioni dei beni mobili (come da comunicazione dei consegnatari), attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Ricalcolo dei valori inventariali in base alla detrazione delle relative quote di ammortamento come indicato al punto 4.18 dell’allegato al D.Lgs. 118/2011, attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Registrazione dei cambi di ubicazione dei beni mobili, come da comunicazioni fornite dai consegnatari (attraverso la compilazione dei verbali di carico e scarico), attività influente sull’aggiornamento inventario del Comune, sull’aggiornamento inventario dell’Ente Locale o sull’aggiornamento della Pubblica Amministrazione in genere.
  • Applicazione di un’etichetta autoadesiva per ogni nuovo bene mobile inventariato
  • Produzione dei verbali di carico e scarico per la sottoscrizione da parte dei consegnatari
  • Produzione del modello inventariale aggiornato al 31/12
  • Produzione dei verbali di consegna aggiornati al 31/12
  • Compilazione e produzione del conto della gestione del consegnatario dei beni (modello n 24 DPR 194/96).

Documenti contabili prodotti

  • Stato patrimoniale (attivo immobilizzazioni immateriali e materiali) aggiornato al 31.12 dell'esercizio;
  • Quadratura delle variazioni patrimoniali secondo matrice di correlazione fra Contabiltà Finanziaria ed Economico Patrimoniale;
  • Quote da ammortamento, plusvalenze, minusvalenze e sopravvenienze attive e passive da iscriversi nel conto economico;
  • Nota integrativa e metodologica sull'esecuzione dell'aggiornamento patrimoniale da allegarsi al rendiconto di gestione;

Aggiornamento inventario enti locali: quando si fa?

Perché va fatto l'aggiornamento dell'inventario e quando si fa’?
Sono le domande più comuni che gli Enti si pongono. L’aggiornamento dell’inventario è un adempimento di legge, è operazione alla base della tenuta della contabilità economico patrimoniale, è attività propedeutica alla redazione dello stato patrimoniale e consente il monitoraggio e la razionale gestione del patrimonio immobiliare e mobiliare degli Enti. Un inventario non aggiornato è nella sostanza un documento privo di utilità.
 
Desideri saperne di più sugli inventari degli enti locali? Contattaci!
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni